Home » Lo sapevate che?, Senza categoria

Gengive gonfie?…sta suonando un campanello.

image_pdfimage_print

Ci auguriamo che l’articolo pubblicato precedentemente “ le gengive sane non devono sanguinare” sia stato utile per segnalarvi a quali rischi si possa andare incontro sottovalutando questo importante segnale di sofferenza gengivale. Lo scopo è quello di convincervi come il perdurare di questa condizione critica intorno ai nostri denti, generi fatalmente problemi sempre più seri.

Soffermiamoci adesso brevemente per analizzare lo stadio precedente al momento del sanguinamento gengivale.
Cioè quando le nostre gengive appaiono “gonfie”. Sicuramente uno dei primi segnali da non trascurare. Delle gengive gonfie e dolenti tenderanno, prima o poi, a sanguinare.

Quando le gengive aumentano di volume solitamente appaiono arrossate e dolenti. E’ lecito quindi sospettare un’infiammazione sottostante, cioè nella porzione parodontale (sono tutte le parti che sostengono il dente).

Facciamo un ripasso:
Il parodonto, si compone di:

  1. osso alveolare,
  2. legamento parodontale,
  3. cemento radicolare (che è il tessuto che ricopre la radice del dente).
  4. gengiva

questi tessuti si trovano attorno al dente e hanno molteplici funzioni tra cui:

  • mantenere attaccato il dente al tessuto osseo
  • conservare integri i tessuti coinvolti nella masticazione

Le cause di una gengiva gonfia sono, come si può bene immaginare, tantissime.
La più banale è quando deve spuntare un dente. La gengiva fisiologicamente si congestiona e duole fino all’eruzione dentale.
La più diffusa è la perdurante infiammazione (cronica) dovuta a scarsa igiene orale.

La presenza tra i denti di placca o tartaro ( placca calcificata) sono fattori determinanti per indurre una aggressione batterica che porta ad infiammare le gengive.

Altre cause di gengive gonfie:

  • Restauri o ricostruzioni dentali effettuati con scarsa perizia o impropri.
  • Gravidanza (gengivite gravidica) o nella stessa puerpera nella fase di allattamento.
  • Le carenze vitaminiche (la più diffusa è la carenza  di vitamina C). Anche una carenza di vitamina K, molto più rara,  potrebbe ugualmente essere responsabile di problemi gengivali.
  • Lo stress.  Una compromissione del sistema immunitario dovuto a tensione nervosa eccessiva, potrebbe favorire una improvvisa sofferenza gengivale.
  • Patologie metaboliche (es. diabete).
  • Effetti collaterali di alcuni farmaci (es. contraccettivi orali, steroidi e calcioantagonisti).
  • Cisti gengivali

Nel caso di gengive gonfie è opportuno rivolgersi ad un Parodontologo per una visita.